10 TÈ DA PROVARE ALMENO UNA VOLTA NELLA VITA-PARTE 2

Gabriella Lombardi

tè fiorato

Come promesso, eccomi da voi con gli altri 5 cru che dovete assolutamente assaggiare almeno una volta nella vita. Nella prima parte dell’articolo, abbiamo conosciuto il Bai Hao Yin Zhen, il Long Jing, il Matcha, il Sencha e il Darjeeling Gopaldhara -FF…siete curiosi di scoprire gli altri? 

6) ASSAM HATIALLI

L’Assam è la maggiore zona di produzione dei tè in India. Tra le oltre 800 tea estates, Hatialli è senza dubbio uno dei migliori tè neri ossidati provenienti da questo terroir

Il nome del giardino deriva da Hatti Alli che significa “strada degli elefanti”. Hatialli, grazie alla sua posizione e alle condizioni climatiche favorevoli, riesce a mantenere elevato il livello qualitativo dei raccolti per tutto l’anno. Consigliato a chi cerca un classico tè nero indiano, ricco e corposo, con dolci note maltate, mielate e di cacao. È il tè del mattino per eccellenza, perfetto anche con un’aggiunta di latte e ideale per accompagnare sia la colazione continentale che la colazione all’inglese.  

tè nero

7) TIE GUAN YIN

Il Tie Guan Yin, utilizzato durante le preparazioni tradizionali Gong Fu Cha, è il più conosciuto tra i tè wulong cinesi. Proviene da Anxi, nella regione del Fujian, dove la coltivazione del tè ha una storia millenaria. La bassa ossidazione, circa il 10-15%, gli dona note fresche e un ricco bouquet floreale (gelsomino, magnolia, orchidea, mughetto, glicine, fiori di campo), persistente ed inebriante. 

Privo di astringenza, dissetante e a basso contenuto di teina può essere bevuto in ogni momento della giornata. Il suo aroma intenso, ma dal retrogusto non persistente, pulisce la bocca ed esalta il sapore dei cibi. In particolare, si sposa con i cibi piccanti, i cibi salati leggeri a base di verdure, di riso o di carni bianche. È ottimo anche durante una merenda a base di dolcetti da forno o per accompagnare una macedonia

8) DA HONG PAO

Il Da Hong Pao è il più famoso dei tè wulong prodotti nella zona montuosa del Wu Yi Shan, nel nord del Fujian, Cina. In questa zona incontaminata protetta dall’Unesco, vengono prodotti i tè di roccia Yan Cha e, tra questi, il Da Hong Pao è senza dubbio il migliore, tanto da essere definito “il re dell’Wu Yi Shan”. Questo tè storico viene prodotto dai cloni ottenuti per talea delle quattro piante madri, risalenti all’epoca Ming, ancora viventi. Da queste quattro piante, ogni anno viene raccolto e lavorato qualche chilo di foglie di tè. Questa piccola produzione è venduta ad un prezzo davvero inaccessibile: ogni chilo costa qualche decina di migliaia di dollari. Un vero lusso per pochi fortunati!  Questo tè di montagna, dalla struttura piena e il profumo inebriante, supporta bene sino a 8-10 infusioni. In bocca è rotondo, con un bouquet complesso dato da note fruttate, speziate, floreali, di cuoio, di sandalo e di tabacco, perfettamente bilanciate.  

Questo “must drink” per gli amanti dei tè wulong esalta magnificamente carne rossa, cibi piccanti, cibi salati (ad esempio, i salumi), pesce affumicato, pasta con ripieno di carne o vegetariano

9) ORIENTAL BEAUTY

Questo tè estivo, proveniente da giardini posti ad un’altitudine di circa 1400 metri, presenta il 60% di ossidazione. Appartenente alla varietà Bai Hao, che letteralmente significa “punta bianca”, è il più famoso tè wulong prodotto nella contea di Nantou a Taiwan. Questo tè si distingue per un evento particolarissimo che ne determina l’unicità: le foglie vengono raccolte in estate, solo dopo che una piccolissima e preziosa cicala ha visitato i giardini e ne ha rosicchiato le foglie. Questo insetto, considerato in loco un angelo mandato dal cielo, con il suo morso spezza i margini delle nuove foglie, inducendo un processo di ossidazione nelle foglie ancora vive e attaccate ai rami. Una volta lavorate, le foglie diventano marroni rossastre, con le caratteristiche punte bianche. Il gusto viene altresì alterato dal morso degli insetti, producendo un tè complesso dal colore ambrato brillante, con note fruttate (fico, prugne, ciliegie e con la pesca dominante), sentore di miele, vaniglia, spezie (cannella e liquirizia), orchidea selvatica

Una volta era chiamato semplicemente Formosa Wulong, poi la Regina Elisabetta II, incantata da questo particolarissimo tè al primo sorso, lo denominò Oriental Beauty. 

Si abbina a zuppe di legumi, formaggi stagionati, cibi piccanti, carne di maiale, pesce affumicato, salumi

oriental beauty

10) PU’ER SHENG CHA

Il tè Pu’Er verde (definito crudo o non cotto) subisce inizialmente una lavorazione simile a quella dei tè verdi. Le foglie di questi Pu’Er dopo essere state selezionate vengono tradizionalmente essiccate al sole, una delle caratteristiche che rendono unica la lavorazione di questi tè. Oltre alla forma di galletta (cake), i Pu’er Sheng possono avere una pezzatura molto diversa per dimensione e forma: piccolo nido (tuo cha o mini-tuo cha), mattonelle quadrate o rettangolari (brick), forma di zucca oppure le foglie possono essere sfuse (tea leaf). 

Fresco e persistente, è un tè in fase di “affinamento”, infatti con il passare del tempo il gusto migliora  e fa emergere note aromatiche più complesse. È interessante assaggiarlo durante lo scorrere degli anni, per seguire la sua evoluzione che lo trasformerà nel vero tè nero fermentato. È ottimo per esaltare primi piatti a base di verdure e secondi piatti a base di pesce

IL MIO SOGNO

Cosa sogno per il futuro? Di non sentirmi più dire “a me il tè non piace”.  

Sono convinta che per ognuno esista un tè in grado di dischiudere un mondo di sensazioni. Tra questi 10 cru che ho selezionato, vi invito a trovare il tè giusto per voi…quello che vi conquisterà.

Tags: ,

Leggi anche

  • TOP TIPS PER LA PREPARAZIONE DI UN BUON TÈ FREDDOtè freddo
    Con un tè di qualità è davvero facile preparare un ottimo tè freddo da offrire agli amici durante una festa, per un aperitivo originale o semplicemente per dissetarsi nelle calde giornate estive. Scopriamo insieme come farlo!
  • 10 TÈ DA PROVARE ALMENO UNA VOLTA NELLA VITA-PARTE 1tè matcha
    Qualche suggerimento per viaggiare attraverso una tazza di tè, stimolare le vostre fantasie, dare un po' di pepe alla vita sperimentando nuovi sapori, espandere i vostri confini sensoriali, scoprire i 10 migliori cru che tutti almeno una volta nella vita dovrebbero assaggiare.