VINHOOD: LA NUOVA GEOGRAFIA DEL BERE

Redazione di Vinhood

COSA SONO I CARATTERI?

Se già conosci Vinhood probabilmente hai già sentito parlare dei nostri #Caratteri:  

una rivoluzione linguistica che ha introdotto un nuovo sistema di categorizzazione del vino che si basa proprio sul gusto, e sul colore.

Ma perchè questa scelta? I #Caratteri permettono di descrivere un vino riducendo al minimo, anzi eliminando del tutto, l’uso del linguaggio tradizionale, spesso poco chiaro e non immediato. 

E qual è la vera svolta? Con questo classificazione è più semplice avere un’idea del sapore di un vino ancor prima di assaggiarlo senza essere un esperto. 

Disegnata la mappa del gusto, abbiamo pensato al giusto strumento per orientarsi al suo interno, creando così un test (anzi i test sono 3), con poche e semplici domande grazie al quale scoprirai i vini adatti al tuo palato e quelli che meglio si abbinano a specifiche ricette.

Un vero e proprio sommelier virtuale a portata di click! Prova il test ora.

Scopri com’è semplice identificare i #Caratteri del vino e quanto possono aiutarti a scegliere duranti i tuoi futuri acquisti.

COME SI DISTINGUONO I CARATTERI?

I #Caratteri sono stati scelti pensando alle caratteristiche del vino, alle sensazioni che i vini dei diversi gruppi possono suscitare ed ai possibili momenti ideali di consumo.

Ogni #Carattere corrisponde ad un gruppo di vini che è stato denominato con un aggettivo riconducibile a un carattere umano.

Eh già, perchè in effetti, se ci pensate bene i vini assomigliano molto alle persone!

Non solo si evolvono e cambiano nel tempo, ma, a seconda delle tipologie, possiedono delle caratteristiche comuni che delineano in qualche modo la loro personalità!

E così ad esempio i rossi corposi e strutturati, da bere quando fa freddo di fronte a un cammino, come il Barolo, l’Amarone o un Brunello, diventano i vini dal carattere #Saggio. Mentre le bollicine fresche e acide, con un perlage fine ed elegante, come Trento Doc o gli Alta Langa, diventano gli spumanti #Brillanti.

Abbiamo identificato 14 #Caratteri, dentro cui possiamo classificare tutti i vini, sia italiani che esteri.

Ogni carattere ha una o più caratteristiche prevalenti che lo rendono unico e differente dagli altri gruppi. I vini devono rispecchiare le caratteristiche prevalenti del carattere per poterne far parte. 

Andiamoli a conoscere uno ad uno.

VINI BIANCHI

Tutto il mondo dei vini bianchi è stato suddiviso in quattro caratteri: vini #Estroversi, #Stuzzicanti, #Intensi e #Etnici. Questi gruppi sono distinti in base a quelle che sono le rincipali caratteristiche dei vini bianchi, acidità, morbidezza e profumo.

#ESTROVERSO

I vini #Estroversi sono i bianchi più freschi e acidi, normalmente con un ridotto contenuto in alcol e caratterizzati da profumi agrumati, salini e di pietra focaia. Si riconoscono in bocca proprio perché scatenano la saliva ai lati della lingua e hanno un forte potere dissetante. Sono vini che possono provenire da zone geografiche molto differenti; dalla costa, da cui traggono la salinità tramite il sale marino che si deposita sulle bucce dell’uva, oppure da terreni di origine vulcanica o ancora dalla montagna, dove le basse temperature non favoriscono la maturazione dell’uva e rimane spiccato il profilo acido nei vini.

Sono vini poco complessi e per questo si possono adattare a diverse occasioni, dall’aperitivo, alla festa in spiaggia.  Ecco perché ci ricordano una persona #Estroversa, sempre in vena di far baldoria e con cui è divertente qualsiasi chiacchierata.

#STUZZICANTE

Gli #Stuzzicanti sono tutti i vini bianchi con un buon contenuto alcolico, un sapore morbido e fruttato. Bevendoli si provano sensazioni simili a quando si sorseggia un cappuccino o comunque una bevanda dal gusto rotondo. Si riconoscono dall’aroma di frutta matura e, a volte, di fiori gialli come le ginestre e la camomilla. In questo gruppo rientrano vini come il Pinot Grigio, la Ribolla Gialla, lo Chardonnay, vinificato in acciaio, e il Pecorino.

Ricordano una persona #Stuzzicante, che ti intriga e a cui è molto difficile resistere.

#INTENSO

I vini dal carattere #Intenso sono, tra i bianchi, quelli che più ricordano un rosso per struttura e intensità. Dotati di un buon contenuto in alcol si riconoscono perchè sono più corposi (densi) e hanno un profumo molto complesso che ricorda sentori di vaniglia, legno e fieno. Sono bianchi che, a prescindere dalla loro provenienza geografica, hanno effettuato dei passaggi in legno o sono comunque provenienti da annate ottimali, in cui le uve avevano raggiunto sia la perfetta maturazione zuccherina che di aromi.

Sono vini profondi, complessi e per questo ricordano una persona #Intensa, poco frivola e molto introspettiva.

#ETNICO

I vini #Etnici sono tutti i vini aromatici, ossia quelli prodotti con uve aromatiche dotate di un’alta concentrazione di sostanze odorose. Sono facilissimi da riconoscere proprio perché dotati di un profumo molto impattante, difficile da dimenticare. Sono generalmente abbastanza alcolici e molto morbidi. 

Vuoi perchè si abbinano a piatti esotici, vuoi perchè profumano di spezie, questi vini ci ricordano una persona #Etnica o comunque sempre con la valigia in mano, pronta a partire per destinazioni sconosciute.

VINI SPUMANTI

Gli spumanti sono distinti in quattro caratteri: #Brillanti, #Birichini, #Spiritosi e #Briosi in base al residuo zuccherino del vino, all’acidità e alla tipologia di perlage.

#BRILLANTE

Le bollicine #Brillanti sono molto fresche e acide e dotate quindi di un forte potere sgrassante. Sono assolutamente secche, parliamo di spumanti pas dosè o extra brut e derivano da una spumantizzazione Metodo Classico. Questo significa che la rifermentazione avviene in bottiglia, con pochissimo ossigeno e per svariati mesi, motivo per cui le bollicine sono particolarmente fini. 

Sono vini eleganti e taglienti allo stesso tempo e ci ricordano una persona #Brillante, che sa sempre la cosa giusta da dire per attirare l’attenzione.

#BIRICHINO

La bollicina #Birichina, rispetto alla precedente è ugualmente fresca ma molto più morbida, per questo viene percepita come meno acida. L’insieme del leggero residuo zuccherino, misto alla finezza del perlage, fanno apparire la bollicina come cremosa e avvolgente.

In questo caso parliamo di Franciacorta e Champagne Brut, dove insieme a un maggiore residuo zuccherino (Brut >6 g/l zucchero) c’è l’utilizzo di uve come lo Chardonnay, più rotonde.

Sono vini stravaganti che risvegliano il nostro lato più giocoso, proprio come riescono a fare le persone con un carattere #Birichino!

#SPIRITOSO

La bollicina #Spiritosa è quella amabile e quindi leggermente dolce, ma non troppo! Deriva normalmente da una rifermentazione in autoclave dove, grazie a un minor contatto con i lieviti e una maggiore presenza di ossigeno, la fermentazione è più veloce, la bollicina più grande e i profumi ricordano più quelli varietali di frutta e fiori, rispetto a quelli di lievito del Metodo Classico.

L’esempio più celebre che abbiamo in Italia è il Prosecco, un vino schietto, adatto per un aperitivo. Perfetto per quel momento di relax quotidiano dopo il lavoro da condividere in compagnia di un amico #Spiritoso.

#BRIOSO

Possiamo considerarlo sia tra i vini dolci che tra quelli frizzanti, perchè in effetti questa bollicina #Briosa, seppur amatissima, in realtà si dovrebbe bere soltanto in accompagnamento a un dessert!

Stiamo parlando di vini come il Brachetto, il Moscato d’Asti e il Moscato d’Asti spumante.

Ricordano una persona #Briosa perchè sono un’esplosione di energia e profum

VINI ROSSI

Anche i vini rossi sono tutti stati divisi in quattro #Caratteri: #Rilassato, #Carismatico, #Afrodisiaco e #Saggio, facendo riferimento al corpo del vino, all’acidità e ovviamente al contenuto di tannini.

#RILASSATO

I vini #Rilassati sono tutti i rossi molto leggeri in alcol – solitamente hanno 12 gradi alcolici – sono fruttati e abbastanza freschi. Sono i rossi da bere senza impegno e senza troppi pensieri, ma non per questo devono necessariamente essere considerati dei vini rossi semplici. In questo gruppo rientrano tipologie molto distinte cha vanno dal vino novello, al Lambrusco fino ad arrivare al Marzemino…insomma forse questo è il gruppo più eterogeneo per stili di vinificazione e provenienze.

Ma tutti questi vini possiedono una caratteristica comune: sono tranquilli, immediati e hanno proprio un carattere #Rilassato.

#CARISMATICO

I vini #Carismatici sono quelli più giovani tra i rossi. Vini di corpo dotati di una buona acidità e sapidità e di un tannino abbastanza astringente – può essere fastidiosa solo se la qualità del vino non è buona o se si tratta di vini imbottigliati da poco.

I vini #Carismatici hanno grinta e sono molto facili da abbinare perchè un leggermente “squilibrati” al palato, come il Pinot Noir, la Barbera, il Nebbiolo vinificato in acciaio e la maggiorparte dei vini rossi a base di Sangiovese.

Sono magnetici – sarà per questo che la bottiglia finisce e neanche te ne accorgi – e ci ricordano una persona che sa il fatto suo, una con un carattere #Carismatico.

#AFRODISIACO

I vini #Afrodisiaci sono tra i vini rossi di corpo quelli più morbidi e rotondi. Che significa vino rotondo? È un vino che quando lo bevi ti dà la sensazione di una carezza che avvolge il palato. Parliamo di vini rossi come il Syrah, il Nero d’avola, il Frappato e il Valpolicella Ripasso, tanto vellutati quanto fruttati nell’aroma.

Tanti li considerano dei vini un po’ ruffiani, perché fanno dei brevi passaggi in legno che contribuiscono a renderli “piacioni”, resta il fatto che seducono in molti e per quanto hanno un carattere #Afrodisiaco.

#SAGGIO

I vini #Saggi sono i rossi di corpo più strutturati e importanti. I rossi da aprire per le grandi occasioni dopo averli fatti riposare per tanti anni in cantina.

Si riconoscono sia al gusto – molto persistenti – che alla vista: facendoli roteare nel calice producono molti archetti. Gli archetti sono “le lacrime” che producono le gocce di vino sul bicchiere, quando il vino è molto denso e strutturato. Più gli archetti sono fitti più il vino è corposo. Come anticipato prima, degli esempi di vini #Saggi sono il Barolo, il Brunello e l’Aglianico del Vulture. 

Sono vini da grandi occasioni e le “chiacchierate” con loro ricordano quei piacevoli momenti trascorsi con una persona matura e #Saggia.

VINI ROSATI 

#ECCENTRICO

Al momento esiste solo un #Carattere che descrive il mondo dei rosati ed è l’#Eccentrico. I vini rosati sono così chiamati perchè, come le persone #Eccentriche, riescono a mixare il meglio dei due opposti: la freschezza e il profumo di un bianco e la consistenza di un rosso.

VINI DOLCI

#AFFETTUOSO

Nel carattere #Affettuoso rientrano tutti i vini dolci non frizzanti, dai passiti, ai Vin Santi, ai dolci naturali. 

Sono dei teneroni – anche se i migliori hanno una buona acidità di contrasto alla dolcezza – e ricordano le persone coccolone e #Affettuose.

#BRIOSO

Di questo #Carattere ne abbiamo già parlato precedentemente insieme ai #Caratteri delle bolle.

PERCHÈ I CARATTERI CAMBIERANNO IN MEGLIO IL TUO MODO DI BERE (E ANCHE DI VENDERLO)?

Bere per #Carattere semplificherà notevolmente la tua scelta, soprattutto se non sei un super esperto.

Perché è inutile assaggiare il vino vincitore di tre premi oscar e candidato al Golden Globe se poi non incontra i nostri gusti, o scegliere vini più semplici convinti che “tanto a me il vino non piace”. Quello che conta è il nostro palato, dobbiamo ascoltare quello e imparare a conoscerlo.

Inoltre, anche per gli addetti al settore, risulta un modo molto semplice di comunicare con i consumatori e poter finalmente suggerire loro un’etichetta in particolare, scelta in un range di categoria di gusto, con una sicurezza in più, ovvero di non deludere i propri clienti.

Così facendo, si evita anche di far bere ad altri quello che in realtà piace a noi, giustificandosi, in caso di una risposta negativa, con un “… eh ma questo è un vino difficile da capire”.

Ora non vi resta che provare il test, individuare il vostro #Carattere e le proposte di vino ideali e farci sapere cosa ne pensate!