LE PREFERENZE DI GUSTO A LIVELLO MONDIALE: LA NOSTRA MAPPA

Redazione di Vinhood

mappatura, gusto

Che cosa significa “mappatura mondiale del gusto”?

Se provaste a fare questa ricerca su google sicuramente ne rimarreste sorpresi, perchè non trovereste neanche un risultato!

Da due anni a questa parte stiamo lavorando a un progetto, nuovo e assolutamente unico nel suo genere, di ricerca sul gusto e sulle abitudini alimentari a livello internazionale.

Con l’aiuto dei nostri sensory expert, dei Taste analyst stiamo conducendo diverse indagini per mappare le preferenze gustative in molti paesi nel mondo. 

L’obiettivo è quello di perfezionare i nostri algoritmi e semplificare altri prodotti, oltre a vino, caffè e amari, ancora troppo distanti dal consumatore finale.

COME NASCE IL PROGETTO

Il progetto nasce dall’esigenza di adattare i nostri test del gusto in riferimento ai prodotti che trattiamo a modelli internazionali personalizzati di paese in paese.

Capire i gusti di un paese non significa solo conoscere le ricette tradizionali più apprezzate o quali prodotti vengano maggiormente consumati, ma significa anche comprendere le motivazioni di tali consumi.

Indagare su quelle che sono state le ragioni storiche, geografiche e culturali che hanno determinato un senso comune del “gustoso” e del “disgustoso”.

Ma facciamo un passo indietro: chi sono i Taste Analyst e Sensory Expert?

I Test Analyst e i Sensory Expert sono delle figure professionali estremamente nuove, nate proprio all’interno del progetto di Vinhood.

Sono esperti di gusto, come ad esempio Sommelier, (di vino, birra, caffe, olio), Chef e Gastronomi che oltre a distinguersi per le proprie capacità sensoriali hanno capacità informatiche che gli consentono di studiare i dati gustativi e predisporre le logiche degli algoritmi Vinhood

METODOLOGIA 

Ogni paese viene studiato con un approccio ben definito che si sviluppa in tre fasi:

1.RICERCA DI MERCATO

Lo studio preliminare riguarda appunto i consumi in un determinato paese.

I sensory expert Vinhood si confrontano con figure locali esperte di gusto (come chef, sommelier, professori, agricoltori, etc) che ci offrono una panoramica completa di quelle che sono le abitudini alimentari di un dato paese, aiutandoci così ad approfondire la cultura culinaria del posto.

Da queste interviste emergono sempre degli spunti molto interessanti che offrono una prospettiva diversa indispensabile per approcciare il gusto in un altro paese.

Ad esempio nelle Filippine il concetto di divisione del pasto in carboidrati/proteine non esiste; la divisione è tra sapori, quindi un piatto avrà sempre una componente neutra come il riso o i noodles, in aggiunta a una componente saporita che può essere una verdura, una proteina o una zuppa, definita “ulam”: the tasty part of the meal.

2. CREAZIONE DI UN SONDAGGIO DEL GUSTO

Una volta compresi i prodotti e piatti tipici elaboriamo una ricerca di mercato composta da domande sia aperte sia chiuse. Lo scopo principale è quello di raccogliere dati reali di come le preferenze di gusto delle persone effettivamente si suddividono. I nostri Sensory experts analizzano poi le risposte e creano una mappa del gusto del paese che include un giudizio sui paramentri gustativi e le principali abitudini che caratteristano il paese.

3. ELABORAZIONE DATI E CREAZIONE DEL TEST DEL GUSTO

A questo punto, una volta raccolti ed elaborati i dati, i nostri Sensory expert anche attraverso un confronto con gli esperti di gusto locali, procedono all’individuazione delle giuste domande e risposte da utilizzare all’interno del nostro test del gusto il cui scopo è appunto la profilazione del palato delle singole persone. 

Un semplice test di sei domande riguardo le abitudini alimentari che ci permette di scoprire il nostro#Carattere gustativo e quindi i prodotti ideali per ciascuno.

PAESI ANALIZZATI 

Durante questi due anni sono state intervistate circa 1500 persone e al momento i paesi analizzati sono più di venti e comprendono Stati Uniti, Russia, Germania, Spagna, Danimarca, Repubblica Ceca, Colombia, Polonia, Serbia, Kazakhstan, Svizzera, Romania, Filippine, Indonesia, Corea del sud e UAE.

Ma abbiamo in programma altre destinazioni come Grecia, Bulgaria, Slovacchia, Sud Africa e la Turchia.

PROSPETTIVE FUTURE 

La parte veramente interessante di questo progetto di ricerca è stata proprio la sua evoluzione e l’enorme potenziale di cui ci stiamo sempre più rendendo conto nel corso del tempo. 

Comprendere la percezione a livello mondiale di alcuni cibi e bevande ci offre degli spunti su come presentare determinati prodotti italiani all’estero e viceversa, aiutare i consumatori a scegliere in maniera più consapevole e secondo le proprie preferenze di gusto. 

Inoltre la mappatura del gusto ci permette di andare a comprendere su quali nuovi prodotti poter applicare la nostra soluzione rendendoci così un ponte sempre più versatile tra mondo della produzione nel campo F&B e consumatori finali.

Questo è un progetto tanto ambizioso quanto complesso da realizzare nella sua pienezza, sentiamo però di aver posto le giuste basi per la sua individuazione e sviluppo anche se siamo consapevoli che la strada è ancora lunga e tortuosa.

Presto vi racconteremo nuove curiosità, continuate a seguirci!