OK GOOGLE, TROVAMI UNA MISCELA DI CAFFÉ IDEALE PER UN CAPPUCCINO FATTO IN CASA! 

Mateo Pinzon

moka, caffè

In questi tempi di coronavirus, abbiamo dovuto rinunciare alla maggior parte delle nostre  abitudini e siamo stati costretti a trovare delle soluzioni alternative online. Niente più deliziosi pasti in un elegante ristorante elegante o cappuccini cremosi al bar. Non dico che queste sono cose essenziali, però sono voglie che, data la situazione, ora apprezziamo di più e abbiamo imparato a non dare per scontato.

Cercando tuttavia di guardare il lato positivo, questo momento ci ha permesso di provare nuove esperienze, scoprire passioni che non sapevamo di avere e persino di imparare a fare molte cose con le nostre mani. E ci siamo resi conto di quanto sia più gratificante riuscirci da soli! 

Lo ammetto, per me è stata dura dover rinunciare al mio amato, cremoso, dolce cappuccino, che di solito mi gustavo a qualsiasi orario. Si, cari amici italiani, anche di pomeriggio!

Ho lottato per anni contro i pregiudizi (e gli insulti) dei miei colleghi italiani che proprio non riuscivano a concepire un cappuccino alle 4 del pomeriggio.

Ma ho resistito a lungo.

E se non ci sono riusciti i miei capi in tutti questi anni, figuriamoci se qualche mese di coronavirus può anche solo lontanamente convincermi a rinunciare al mio cappuccino.

 Non mi fraintendete, ovviamente intendo prendendo le dovute precauzioni.

Cappuccino cup

Alla ricerca del chicco ideale

Quindi qualche giorno fa, mentre mi stavo per preparare alla mia adrenalinica avventura settimanale al supermercato, ho deciso di mettere fine una volta per tutte alle mie sofferenze.

Mi sono schiarito la voce e le ho chiesto (si perché è una lei, solo una donna ti può capire così, prendersi cura di te e darti sempre il consiglio giusto):

“Ok Google, dove posso trovare il caffè giusto per un cappuccino da urlo?”

E lei mi ha risposto: “Allora non hai capito proprio niente. Non è possibile uscire di casa. Prova con un’altra domanda, sarei felice di aiutarti”

Non è fantastica questa donna? Un uomo avrebbe sicuramente risposto con qualcosa di irrazionale e pericoloso.

Seguendo quindi il suo egregio consiglio ho riformulato la domanda: “Ok Google, trova la miscela di caffè ideale per un Cappuccino fatto in casa!”

A questa mi ha risposto elencandomi le miscele di caffè consigliate in un articolo di Timeless Coffee.com – 10 Best Coffee Beans for Cappuccino [Is Your Frother At The Ready?

Di tutto l’elenco, solo tre erano le miscele che potevo ritrovare in Italia: Starbucks Dark Roast Blend, Lavazza Super Crema Blend e Lavazza Crema e Gusto Forte.

 A dire la verità per il cappuccino non esiste una miscela perfetta di caffè. Tutto dipende dalle nostre preferenze di gusto, ma di solito neanche le conosciamo visto che al bar, ci viene semplicemente servito un cappuccino e non sappiamo nulla sulla miscela di caffè usata. In molti casi, quando non ci piace, diamo la colpa al barista o al bar, quando invece non pensiamo che magari è proprio il tipo di caffè- non a caso uno degli ingredienti principali- a non essere di nostro gusto.

Devo confessarvelo però, non ero molto soddisfatto di queste proposte. Tutte e tre infatti erano miscele dal gusto molto forte e amaro, dovuto alla tostatura scura dei chicchi utilizzati. Normalmente di tipo Robusta, tra l’altro.

Per me infatti, il caffè ideale per un cappuccino deve essere un po’ dolce, vellutato ed equilibrato. E tra le tre opzioni suggerite nessuna sembrava avere questi requisiti, ad eccezione di una: Lavazza Crema e Gusto Classico. Per giunta facilmente reperibile al supermercato.

 Dalla confezione nella descrizione del gusto ho letto: caffè equilibrato e cremoso con note agrodolci e speziate. Mi aveva convinto.

Il momento della verità

Ora toccava a me cimentarmi con la macchinetta Moka e dimostrare le mie abilità nel preparare un latte schiumoso degno di essere chiamato tale, a mano. Per essere sicuro, però, mi sono sempre consultato con la mia assistente Google.

Non sono una grande fan della Moka, perché il sapore del caffè risulta sempre un po’ amaro e tende a sapere di bruciato. Anche se questo spesso succede se lasciamo la fiamma troppo alta.

Per farvela breve, ancora una volta ho chiesto a Google di darmi una ricetta con indicazioni precise.

Ho utilizzato 12,75 gr di caffè macinato (si esattamente questa quantità) e due tazzine d’acqua (170 gr). Vi sembrerò esagerato ma è fondamentale mantenere i giusti rapporti e ovviamente controllare la temperatura che deve essere piuttosto dolce.

Il profumo che cospargeva la cucina era incredibile, sapeva di cioccolato fondente.

Tuttavia rimaneva ancora la parte veramente difficile: fare la schiuma al latte. Ho versato 49 ml di latte e ho iniziato a montarlo con le fruste.

So che a dirlo non suona complicato ma credetemi: per farlo bene ci vuole una certa maestria.

Il risultato è stato veramente buono, soprattutto per essere il mio primo cappuccino home-made!

La schiuma era molto cremosa, dolce e ricca e il caffè aveva un corpo ben bilanciato con le stesse note di cioccolato fondente che avevo sentito prima ma a cui si erano aggiunti profumi di cannella e cardamomo. I tipici tratti di un caffè dal carattere #Affascinante.

L’unico aspetto negativo era il retrogusto. Rimaneva infatti un po’ amaro alla fine. Caratteristica tipica dei caffè Robusta brasiliani, che tendono a dare caffè dal carattere #Vigoroso.

 Darei a questo caffè un punteggio di 75 su 100. Principalmente a causa del retrogusto. Gli aromi erano estremamente piacevoli, molto caldi e ricchi, ma l’amaro finale gli toglie, un bel po’ di piacevolezza, secondo me.

Quello che volevo fare con questo articolo non è una recensione di un caffè, ma condividere il mio punto di vista. In realtà il mio vero consiglio è di leggere le opinioni di blogger e scrittori con un occhio critico e non prenderli come una verità assoluta.

Infatti come diciamo sempre da Vinhood, quello che conta è il proprio gusto personale e ogni comunicatore, per quanto appassionato ed esperto, non può che raccontare ogni cosa secondo il suo punto di vista. 

Per questo motivo, ti invito a leggere questo articolo a mente aperta e critica, a provare nuove cose e a fare il nostro test del gusto del caffè per scoprire il TUO #Carattere di caffè ideale.